Tasse Scolastiche

TASSE SCOLASTICHE E CONTRIBUTI

€ 21,17 tassa governativa (c/c/p 1016) per iscrizione alla classe 4^

€ 15,13 tassa governativa (c/c/p 1016) per frequenza alla classe 5^

€ 15,13 tassa governativa (c/c/p 1016) per ritiro diplomi

€ 12,09 tassa governativa (c/c/p 1016) per tutti i tipi di Esami

€ 120,00 contributo per l'Ampliamento dell’Offerta Formativa, per l'innovazione tecnologica, per l'edilizia scolastica, per spese di assicurazione, spese per la sicurezza, spese per la fornitura linee internet, per spese per l'orientamento e per stampati vari. Il versamento può essere anche effettuato in due rate di 60,00 € cadauna, la prima all'atto dell'iscrizione e la seconda entro il 15 ottobre di ogni anno. Il versamento da diritto alla fornitura di due tessere da 100 fotocopie. Per gli alunni del corso serale subentranti agli allievi ritirati, il versamento è da effettuarsi contestualmente all’atto dell’iscrizione.
Il contributo verrà rimborsato esclusivamente qualora lo studente non abbia frequentato le lezioni.

Si intende ricordare che il versamento del "contributo di € 120,00" di cui sopra è un atto volontario da parte delle famiglie e, com’è noto, tale prassi, in vigore da anni, è estesa praticamente a tutte le scuole di ogni ordine e grado.

La richiesta del versamento del contributo finanziario da parte delle Istituzioni Scolastiche è pienamente legittima, così come stabilito dal Regolamento dell’Autonomia (D.P.R. 275 del 1999) che all’art. 17 ha abrogato le due disposizioni del D.Lgs 16/4/1994 nr. 297, l’art. 143 secondo comma e l’art. 176 terzo comma i quali vietavano di chiedere contributi di qualsiasi genere, divieto peraltro riferito alle sole scuole del primo ciclo di istruzione.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/12358800426dc1e098499bc065cef0e8/guida_erog_fiscali.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=12358800426dc1e098499bc065cef0e8

L’Agenzia delle entrate ha legittimato tale richiesta spiegando che "sono detraibili dall’imposta sul reddito, nella misura del 19%, le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, finalizzate all'innovazione tecnologica, all'edilizia scolastica e all'ampliamento dell'offerta formativa".

La scuola si impegna a rendicontare dettagliatamente l'utilizzo di tali risorse finanziarie in modo da rendere ancora di più trasparente l'azione amministrativa.
Sarà pubblicizzato il rendiconto.

Istituto

CHI SIAMO

L’identità e le specificità del Nostro Istituto si sono rafforzate nel corso del tempo grazie all’impegno costante e quotidiano di molte componenti: presidi, docenti, personale Ata e tantissimi studenti, nell’ottica di una scuola dell’autonomia, aperta a tutti. Siamo stati dei precursori di una didattica incentrata sui discenti, lavorando per lungo tempo, sul come si poteva fare scuola in maniera innovativa. Ci piace ricordare e ricordarci che per cominciare avevamo puntato sull’ “esaltare” le dimensioni dell’irrazionale, del piacere come molla della vera motivazione all’apprendimento.
Le parole d’ordine erano “esasperare” la creatività, l’immaginario, la libera scelta, l’aderire psicosomatico al progetto scuola. Così siamo giunti al BOSELLI FLYING SNAKE come un modo d’essere esigente che richiedeva un lavoro corale, una Weltanschaung collettiva. La partecipazione creativa dei docenti, attraverso il lavoro delle varie commissioni, mediante l’organizzazione dialettica nei Consigli di classe, è stato il punto di partenza primario di ogni innovazione didattica, seguita dal senso del rischio didattico, per accogliere le istanze della personalità degli allievi, la proiezione fattiva verso il loro futuro, l’attenzione costante al mondo extracurriculare, al mondo del lavoro, ad un vero ampliamento di orizzonti.
L’ipotesi è stata pensata alla fine degli anni Ottanta e costantemente calibrata alle esigenze concrete di lavoro e nel corso degli anni sono state fissate le parole-guida di un progetto coinvolgente e avvolgente, esattamente come le spire di un serpente, ma capace di “prendere il volo”. Dell’esperienza di quegli anni abbiamo gelosamente conservato un “modo d’essere” docenti in maniera corale, dinamica, esigente per uscire dall’insufficienza della dimensione scolastica istituzionale, di cui tutti siamo consapevoli.

“Il modo migliore per risolvere i problemi è di pensarne di più grandi”

Leggi tutto

Altri articoli...

  • 1
  • 2

Chi è Online

Abbiamo 111 visitatori e 2 utenti online

Accesso Docenti/ATA

Si avvisano i visitatori che questo sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione in questo sito si acconsente all'uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser.
Ok